<i>"The Name of Our Country is América" - Simon Bolivar</i> The Narco News Bulletin<br><small>Reporting on the War on Drugs and Democracy from Latin America
 English | Español | Português | Italiano | Français | Deutsch | Nederlands October 19, 2017 | Issue #43


Making Cable News
Obsolete Since 2010


Set Color: blackwhiteabout colors

Print This Page
Commenti

Search

Narco News Issue #42

Narco News is supported by The Fund for Authentic Journalism


Follow Narco_News on Twitter

Sign up for free email alerts list: English

Lista de alertas gratis:
Español


Contact:

Publisher:
Al Giordano


Opening Statement, April 18, 2000
¡Bienvenidos en Español!
Bem Vindos em Português!

Editorial Policy and Disclosures

Narco News is supported by:
The Fund for Authentic Journalism

Site Design: Dan Feder

All contents, unless otherwise noted, © 2000-2011 Al Giordano

The trademarks "Narco News," "The Narco News Bulletin," "School of Authentic Journalism," "Narco News TV" and NNTV © 2000-2011 Al Giordano

XML RSS 1.0

L'APPO vince una battaglia importante contro la PFP


L'APPO ha forzato la ritirata della PFP dopo il tentativo di incursione nell'Università Autonoma Benito Juárez


di Greg Berger
L'Altro Giornalismo con l'Altra Campagna in Sonora

2 novembre 2006

L’Assemblea Popolare dei Popoli di Oaxaca (APPO) ha forzato la ritirata della Polizia Federale Preventiva (PFP) dopo il tentativo di incursione nell’Università Autonoma Benito Juárez. Ma la guerra è lungi dal finire.


Illustrazione: D.R. 2006 Latuff
Dopo un assedio di sei ore dell’Università Autonomo Benito Juárez, casa di Radio Universidad, la voce dell’APPO, la PFP è stata forzata a ritirarsi da appena pochi minuti fa.

Mentre elicotteri, carri armati ed orde di poliziotti federali armati si avvicinavano al campus dell’Università, “la dottoressa”, l’ora famosa anfitriona di radio APPO, invitava i cittadini di Oaxaca ad arrivare sulla scena per aiutare nella difesa del campus ed in particolare della stazione radio.

Moltitudini di cittadini e di studenti circondavano, come si informava, le truppe della PFP. Simultaneamente, i sostenitori dell’APPO a Città del Messico hanno marciato dall’accampamento dove si trovano le persone in sciopero della fame, vicino al Senato, fino agli uffici della PFP per esigere il ritiro della PFP dal campus universitario.

La legge messicana proibisce l’incursione delle forze dell’ordine in università autonome, a meno che sia richiesta dal rettore dell’università. Ma il rettore dell’Università Autonoma Benito Juárez ha respinto categoricamente la presenza della PFP e non ha dato la sua approvazione al suo ingresso nell’Università.

Anche se non è chiaro se la ritirata sarà seguita da un ritorno sulla scena questa notte, una cosa è assolutamente chiara in questo momento: l’APPO ha dato un duro colpo alla PFP ed ha provato che è in grado di sconfiggere un esercito invasore.


Foto: D.R. 2006 John Gibler
L’assalto ha segnato un aumento nella brutalità dei metodi della PFP: per lo meno 40 manifestanti sono stati feriti, secondo Radio Universidad. Un’altra tecnica “innovatrice” utilizzata oggi dalla PFP, è stato l’uso di un soluzione colorante mescolata all’acqua lanciata dai blindati. Questa soluzione colorante macchia i manifestanti e presumibilmente li inchioda per una successiva detenzione.

Ci sono altre informazioni su vari arrestati che sono portati via in elicottero ed altre che sono stati lanciati lacrimogeni direttamente in case private nelle vicinanze dell’Università.

Gli anfitrioni di Radio APPO stanno attualmente ricordando ai radioascoltatori che anche se questa battaglia può rappresentare un momento cruciale nella guerra per liberare Oaxaca dalla PFP e dallo screditato governatore Ulises Ruiz Ortiz, è importante non aver troppa fiducia.

In queste ore però, è sicuro che si sono molto animati i sostenitori dell’APPO .

Molti osservatori avevano predetto fin dall’inizio che l’occupazione della PFP sarebbe fallita perché sarebbe diventata rapidamente insostenibile.

(tradotto dal Comitato Chiapas di Torino)

Share |

Fai clik qui per altro ancora dell’Altro Giornalismo con l’Altra Campagna

Read this article in English
Lea Ud. el Artículo en Español
Lisez cet article en français

Discussion of this article from The Narcosphere


Enter the NarcoSphere for comments on this article

For more Narco News, click here.

The Narco News Bulletin: Reporting on the Drug War and Democracy from Latin America