<i>"The Name of Our Country is América" - Simon Bolivar</i> The Narco News Bulletin<br><small>Reporting on the War on Drugs and Democracy from Latin America
 English | Español | Português | Italiano | Français | Deutsch | Nederlands November 19, 2017 | Issue #46


Making Cable News
Obsolete Since 2010


Set Color: blackwhiteabout colors

Print This Page
Commenti

Search

Narco News Issue #45

Narco News is supported by The Fund for Authentic Journalism


Follow Narco_News on Twitter

Sign up for free email alerts list: English

Lista de alertas gratis:
Español


Contact:

Publisher:
Al Giordano


Opening Statement, April 18, 2000
¡Bienvenidos en Español!
Bem Vindos em Português!

Editorial Policy and Disclosures

Narco News is supported by:
The Fund for Authentic Journalism

Site Design: Dan Feder

All contents, unless otherwise noted, © 2000-2011 Al Giordano

The trademarks "Narco News," "The Narco News Bulletin," "School of Authentic Journalism," "Narco News TV" and NNTV © 2000-2011 Al Giordano

XML RSS 1.0

Privatizzazione della miseria, deportazione e carcere degli emigranti per denaro

L’agenda segreta del sensazionalismo di confine: guardie di sicurezza e prigioni nell’industria di emigrante-per-dollari


di Brenda Norrell
Il Blog Censurato

2 settembre 2007

SASAVE, Arizona – L’amministrazione di Bush ha privatizzato un’altra industria negli Stati Uniti. Questa volta si tratta del trasporto degli emigranti che saranno deportati. La Corporazione Wackenhut i cui autobus sono in attesa alla frontiera pronti per essere riempiti di emigranti che saranno deportati, è una succursale della corporazione danese di sicurezza G4S (Gruppo4/Secruricor) in Danimarca. Alcuni residenti della frontiera son preoccupati per il fatto che sia una corporazione straniera e non statunitense l’addetta alla sicurezza ed alla deportazione di emigranti alla frontiera. Molti sono preoccupati del fatto che una corporazione si benefici grazie alla deportazione di emigranti. Wackenhut/G4S ha rimpiazzato la Pattuglia di Confine degli U.S.A. in questo lavoro.

Il direttore esecutivo del gruppo vigilante dell’Istituto dei Correzionali Privati, Ken Kopczynski, ha scritto al Blog Censurato sui padroni di Wackenhut:

“Eccellente lavoro sui Minutemen e sull’immigrazione, ma Wackenhut non è collegato col Gruppo GEO. Il Gruppo 4 ha comprato la Corporazione Wackenhut alcuni anni fa ed ha venduto l’unità di “correzioni” a George Zoley e compagnia. Parte dell’accordo era che loro non potevano più utilizzare il nome Wackenhut che attualmente è una succursale del Gruppo4/Securicor. Spero che questo aiuti” – ha scritto Ken Kopczynski, direttore esecutivo dell’Istituto dei Correzionali Privati.

La carcerazione degli emigranti in cambio di denaro

George Zoley è l’ufficiale esecutivo a capo del Grupo GEO Inc., che opera nelle prigioni private in tutto il paese, incluse le prigioni in Florence, Arizona.

Costruire prigioni per immigranti è stato un affare molto lucroso per il Gruppo GEO. Solo nell’anno 2007, il Gruppo GEO ha vinto contratti per costruire una prigione in Eagle Pass, Texas, un edificio di detenzione per immigranti in Jena, Los Angeles, ed un edificio di detenzione al servizio dei federali statunitensi in Laredo, Texas. Quando la struttura di Jena sarà al completo con 1.160 interni nel 2008, il GEO avrà un’entrata di 23,5 milioni di dollari in un anno.

Geo, il cui maggior azionista è Zoley, ha donato 100.000 dollari alla campagna di rielezione di Bush nel 2004.

Il Texas ha le prigioni con la fama prggiore per gli emigranti

Il gruppo Geo il cui quartiere generale sta a Boca Ratón, in Florida, ha avuto in gennaio un contratto di 10 anni per la detenzione di 2.407 “criminali illegali” nel Complesso di Detenzione della Contea di Reeves in Texas. GEO si è fatto carico del contratto della contea per l’Agenzia Federale delle Prigioni. GEO dice che crede che l’edificio nella contea Reeves, il cui capoluogo di distretto è in Pecos, sia la prigione più grande del mondo gestita da privati.

In Taylor, Texas, vicino ad Austin, un’altra compagnia a fini di lucro, la Corporazione dei Correzionali d’America, incarcera i bambini migranti e rifugiati nel Centro Residenziale T. Don Hutto. Recentemente, uno dei custodi ha denunciato che c’erano vermi nel cibo che si serviva in quel centro. Al reporter speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani degli emigranti, Jorge Bustamante, è stato negato il permesso di visitare Hutto nel maggio del 2007.

Halliburton e le prigioni di immigrati

La compagnia Kellog Brown di Halliburton e Root ha avuto un contratto per 385 milioni di dollari per costruire centri di detenzione per emigranti “in caso di un’emergenza di affluenza di immigrati”. Dopo aver ottenuto il contratto della Homeland Security nel gennaio del 2006, Halliburton si è separato da KBR. Dopo, Halliburton ha trasferito il suo quartier generale a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, nel 2007.

La custodia ed il trasporto degli emigranti in cambio di denaro

Nel frattempo, la corporazione danese G4S/Wackenhut scrive il suo contratto con la Pattuglia di Confine. Il 30 agosto 2006, la Pattuglia di Confine e la Corporazione Wackenhut hanno firmato un accordo per un anno, con quattro periodi di adempimento di un anno, con l’offerta di servizi di “Custodia e Trasporto” per l’agenzia di dogana e di protezione della frontiera. Wackenhut ha detto che il contratto comprende tutto il sudovest della frontiera tra gli Stati Uniti ed il Messico, inclusi Texas, Nuovo Messico, Arizona e California. “Il valore dell’accordo è approssimativamente di 50 milioni di dollari all’anno, con un valore totale contrattuale di 250 milioni di dollari per un periodo di cinque anni” – afferma Wackenhut. “Il servizio di trasporto includerà inizialmente più di 100 autobus passeggeri ed una tecnologia di punta nei sistemi di reclusione, di vigilanza digitale e di video a bordo, rastrellamenti mediante GPS e personale di sicurezza armato (più di 270 individui) della Divisione di Protezione delle Dogane Wackenhut”. Con quartier generale in Tucson, Wackenhut ha detto che verranno creati tre centri di appoggio in più come basi per le operazioni lungo la frontiera sud-ovest.

Durante una recente protesta dei lavoratori di Los Angeles in lotta, iI Los Angeles Times ha riportato che “Wackenhut è una succursale dell’appaltante di sicurezza globale G4S che è nelle mire di alcuni gruppi internazionali che difendono i diritti umani, così come di certi sindacati per le sue presunte pratiche razziste contro impiegati neri in Sudafrica, Malawi e Mozambico”. La Wackenhut imprigiona pure gli aborigeni australiani ed i rifugiati in Australia. La corporazione Wackenhut offre pure servizi di sicurezza nucleare e servizi di consulenza energetica secondo la sua pagina web.

Controverso Contratto di Sicurezza per la danese Wackenhut

Dopo aver preso le redini dei servizi di deportazione degli emigranti dalle mani della Pattuglia di Confine, il G4S/Wackenhut, il 14 maggio 2007 ha annunciato un altro controverso contratto di sicurezza, per l’edificio di armi nucleari Y-12. Dai suoi quartieri generali in Palm Beach Gardens, Florida, Wackenhut ha annunciato che il Dipartimento di Energia degli Stati Uniti e l’Amministrazione della Sicurezza Nazionale Nucleare avevano scelto la Wackenhut per l’assegnazione dei Contratti di Servizi di Protezione dei Complessi Oak Ridge. Questi contratti offrono servizi di appoggio di sicurezza per la riserva di Oak Ridge (di 136,48 km²), che include il Laboratorio Nazionale di Oak Ridge, il Parco Tecnologico dell’Est del Tennessee, il Complesso di Edifici degli Uffici Federali ed il Complesso di Sicurezza Nazionale Y-12 – ha spiegato la Wackenhut.

In agosto, alcuni attivisti per la pace sono stati arrestati sul luogo del sito di energia atomica, Y-12, un complesso di sicurezza ad alto livello con una lunga storia di
segreti, in Oak Ridge, Tennessee: knoxnews.com

Contesto: “CorpWatch: Wackenhut’s Free Market in Human Misery” (1999)

Per leggere ancora su questo tema trattato da Brenda Norrell:

Life and Death on the Border, no Significanat Impact” – U.S. has no comment period for Sasabe border fence from public, including environmental groups or Tohono O’odham Nation, work begins today

Bush’s House of Snakes Indians, Border Biometrics and Migrating Corporations

Share |

Fai clik qui per altro ancora dell’Altro Giornalismo con l’Altra Campagna

Read this article in English
Lea Ud. el Artículo en Español
Lisez cet article en français

Discussion of this article from The Narcosphere


Enter the NarcoSphere for comments on this article

For more Narco News, click here.

The Narco News Bulletin: Reporting on the Drug War and Democracy from Latin America