<i>"The Name of Our Country is América" - Simon Bolivar</i> The Narco News Bulletin<br><small>Reporting on the War on Drugs and Democracy from Latin America
 English | Español | Português | Italiano | Français | Deutsch | Nederlands August 24, 2017 | Issue #45


Making Cable News
Obsolete Since 2010


Set Color: blackwhiteabout colors

Print This Page
Commenti

Search

Narco News Issue #44

Narco News is supported by The Fund for Authentic Journalism


Follow Narco_News on Twitter

Sign up for free email alerts list: English

Lista de alertas gratis:
Español


Contact:

Publisher:
Al Giordano


Opening Statement, April 18, 2000
¡Bienvenidos en Español!
Bem Vindos em Português!

Editorial Policy and Disclosures

Narco News is supported by:
The Fund for Authentic Journalism

Site Design: Dan Feder

All contents, unless otherwise noted, © 2000-2011 Al Giordano

The trademarks "Narco News," "The Narco News Bulletin," "School of Authentic Journalism," "Narco News TV" and NNTV © 2000-2011 Al Giordano

XML RSS 1.0

Top model 1, Ulises Ruiz 0: Miss Universo 2007 cancella la passerella di Oaxaca

In maniera disonesta Ruiz incolpa Donald Trump mentre le modelle si mobilitano presso i Consolati Messicani di New York e di altre Parti del Mondo, con la richiesta di: “Polizia Federale Fuori da Oaxaca!”


di Cha-Cha Connor
Portavoce delle Modelle, Assemblea Popolare delle Top Model per Oaxaca (APMO)

1 aprile 2007

Il movimento internazionale delle modelle, Top Model per Oaxaca (APMO) oggi ha segnato la sua prima vittoria con la cancellazione della passerella di Miss Universo, programmata nello stato messicano di Oaxaca, che era stata annunciata per maggio prossimo.

Il vero credito per questa vittoria va però agli eroici popoli di Oaxaca ed alla loro Assemblea Popolare (nota come APPO), che ha continuato a chiedere la caduta della fraudolenta ed illegittima dittatura del governatore Ulises Ruiz Ortiz.


APMO “¡muy bien!” ramillete a Donald Trump
Oggi, i proprietari e promotori della sfilata, Donald Trump e la NBC, hanno escluso il Concorso di Miss Universo dall’ancestrale centro cerimoniale indigeno di Monte Albán, Oaxaca, dopo solo tre settimane da quanto la APMO aveva annunciato che le modelle si stavano mobilitando per protestare in solidarietà con i movimenti sociali di Oaxaca. Con l’eliminazione della sfilata di Miss Universo a Oaxaca, le modello hanno preservato la loro dignità come lavoratrici e come agenti per la pace, giustizia e democrazia; come lavoratrici, continueremo ad essere solidali con i popoli di Oaxaca, contro la dittatura.

L’ultima volta in cui il governo messicano cercò di imporre un grande spettacolo internazionale in tempi di proteste pubbliche contro il regime, le proteste precedenti le Olimpiadi del 1968, a Città del Messico, furono represse brutalmente dalla polizia, causando il massacro di Plaza Tlatelolco, il 2 ottobre 1968, dove più di 1.000 manifestanti furono assassinati e molti altri feriti ed arrestati. Un simile bagno di sangue era nell’aria, in occasione del concorso di costumi tradizionali delle candidate a Miss Universo, ma le modelle si sono ribellate ed hanno dichiarato: “non parteciperemo alla repressione”.

I pericoli che la dittatura repressiva del governo di Ulises Ruiz rappresenta per i movimenti di Oaxaca, incluso l’Assemblea Popolare di Popoli di Oaxaca (APPO), sono ben lungi dall’essere superati. In particolare, da novembre 2006 la Polizia Federale Preventiva (PFP) ha commesso violazioni dei diritti umani, compreso stupri ed omicidi contro il popolo di Oaxaca, che sono documentati da molte organizzazioni dei diritti umani e da giornalisti autentici (vedere “Offensiva della Polizia Federale Preventiva Contro il Popolo di Oaxaca”, 25 noviembre 2006, Narco News.)

Oltre alle caratteristiche repressive del regime di Ruiz, il nefasto governatore ha rivelato la sua disonestà e singolare mancanza di intelligenza questa settimana, quando ha comunicato al quotidiano Excélsior , di Città del Messico, che l’evento era stato cancellato perché il proprietario di Miss Universo, Donald Trump, aveva chiesto allo Stato 1,5 milioni di dollari. Questo, ovviamente, non è la verità (perfino il presidente dell’associazione dei ristoratori dello stato di Oaxaca ha ammesso al quotidiano Noticias de Oaxaca, che la causa è stato il continuo “conflitto sociale” nello stato – la sua ingovernabilità – ciò che ha segnato il cattivo destino dell’evento.

Lungi dall’accusare Mr. Trump e l’organizzazione dell’evento di Miss Universo, le modelle della APMO lo ringraziano per la sua lungimiranza nello smantellare quel bagno di sangue che ci si aspettava questo maggio a Oaxaca, e per allontanare le modelle di Miss Universo dall’immagine dannosa ed indegna di appoggiare un regime dittatoriale. Per mostrarle la nostra gratitudine, Top Model per Oaxaca ha inviato uno splendido mazzo di fori gialli e viola a Mr. Trump, nei suoi uffici di Fifth Avenue: avevamo deciso di protestare, ed ora inviamo fiori.

Il biglietto di ringraziamento inviato a Mr. Trump con i fiori contiene il seguente messaggio:

La ringraziamo, Mr. Trump, per aver portato la Passerella di Miss Universo lontano dalle violente mani del dittatore di Oaxaca, Ulises Ruiz Ortiz. La Sua decisione è una vittoria per i diritti umani ed indigeni.

Top Model per Oaxaca
models@narconews.com

La prima tappa del progetto è stata così completata, in solidarietà con i lavoratori e le lavoratrici di Oaxaca; le modelle della APMO annunciano una seconda tappa degli sforzi organizzativi, e continueremo le preparazioni per le audizioni della passerella a New York ed in altre parti. Per queste azioni, la APMO terrà di mira i consolati messicani negli Stati Uniti d’America ed in tutto il mondo, in solidarietà con le istanze della APPO affinché arrivi alla sua fine l’illegittima dittatura di Ulises Ruiz Ortiz. Continueremo le nostre azioni, come un movimento internazionale di modelle, fino a che il governo Messicano ordinerà l’uscita della Polizia Federale Preventiva da Oaxaca e smetta di riconoscere ed appoggiare la dittatura di Ruiz.

Polizia Federale Preventiva Fuori Ora da Oaxaca!

Fine alla dittatura illegittima di Ulises Ruiz Ortiz!

AUDIZIONE PER LE PROSSIME PROTESTE DELLE TOP MODEL NEI CONSOLATI MESSICANI: Inviare la domanda per fare parte della APMO entro la mezzanotte di domenica 31 marzo 2007, all’indirizzo di posta elettronica: models@narconews.com.

Le audizioni a New York si terranno il 18 aprile 2007, alle ore 12:00.

Per ottenere un’audizione ed essere una top model APMO, inviare almeno 2 foto del viso, 2 foto a corpo intero e 2 foto a scelta, insieme ad una lettera che esprima i motivi per cui si chiede l’audizione, alla Portavoce delle Modelle e Direttrice Cha-Cha CONNOR, all’email: models@narconews.com Tutte le foto devono essere professionali e solo di chi inoltra la richiesta.

Fotografi, parrucchieri, truccatori, designer di moda, consulenti, manicure e pedicure, possono inviare esempi dei loro lavori insieme ad una lettera che dichiari il loro desiderio di essere volontari in questo progetto a: Portavoce delle Modelle e Direttrice Cha-Cha CONNOR, all’email: models@narconews.com.

Reporter, editori di riviste di moda, direttori di teatro e cinema, artisti, paparazzi, guardie del corpo ed osservatori dei diritti umani: per favore, contattare il Segretario Stampa della Signorina CONNOR, il Sig. Al Giordano, all’indirizzo di posta elettronica: narconews@gmail.com.

Vedere anche: Miss Universo 2007 Cancellata a Oaxaca (Noticias de Oaxaca)

Share |

Fai clik qui per altro ancora dell’Altro Giornalismo con l’Altra Campagna

Read this article in English
Lea Ud. el Artículo en Español
Lisez cet article en français

Discussion of this article from The Narcosphere


Enter the NarcoSphere for comments on this article

For more Narco News, click here.

The Narco News Bulletin: Reporting on the Drug War and Democracy from Latin America